UMBRIA IN MOTOCICLETTA

Un modo avventuroso per scoprire l’Umbria

motoChi percorre l’Umbria in moto impara a conoscere il significato della bellezza. E’ scoprire il cuore d’Italia, non solo per la posizione geografica, ma per il suo patrimonio di meraviglie naturali e artistiche che si snodano lungo magnifiche strade che aspettano solo di essere percorse.

Avventurarsi in sella alla propria motocicletta in Umbria è un viaggio pieno di sorprese. Città come Spello, Assisi, Bevagna, Montefalco, Trevi, Spoleto,Todi, Perugia e Gubbio, ricche di castelli, cinte murarie, rocche, torri e corti gentilizie, sono i centri più significativi, che si possono raggiungere dal B&B Terra dei Santi attraverso percorsi che rendono ogni motociclista orgoglioso di essere tale.. Prendendo come base di partenza il Bed and Breakfast Terra dei Santi è possibile effettuare dei percorsi di che coniugano in maniera sublime curve, paesaggi, borghi medievali, ottimo cibo.

Di seguito abbiamo pensato di fornire qualche spunto di viaggio, per chi volesse avventurarsi a scoprire gli angoli più suggestivi e preziosi della regione a cavalcioni della propria moto. Tali percorsi sono frutto della passione del proprietario del Bed & Breakfast per le due ruote, che resterà comunque a vostra disposizione per aiutarvi al meglio a muovervi in sella.

1° motogiro: La valnerina e l'appennino umbro marchigiano

Percorso tot km 240

Descrizione

Partiamo con questo “classico” che mescola ad arte curve e bellezze naturalistiche di difficile paragone.

I km totali risulteranno, a fine giornata circa 240, per questo, visto quanto questo percorso ha da offrire dal punto di vista paesaggistico, si consiglia di partire di buon mattino, ovviamente previo pieno di energie con la colazione del B&B Terradeisanti, in modo da potersi permettere, lungo la strada, delle soste che vi presenteranno alcuni degli squarci più belli della regione. Di seguito una breve descrizione del giro.

Partendo da Spello, si prende la superstrada E45 solo per un breve tratto, giunti a Foligno, seguendo l’uscita per Macerata-Colfiorito si prende in direzione Uppello per poi proseguire verso Sellano, dove percorreremo il passo del Soglio verso Cerreto di Spoleto. Dovremmo attendere di tornare al bed and breakfast la sera per rivedere dritta la strada! Merita senz’altro una sosta Norcia, patria di San Benedetto, patrono d’europa. Vi sono numerosissime norcinerie nelle quali sarà difficile resistere ad un ottimo panino con ciauscolo e pecorino fresco. Proseguendo da Norcia e salendo verso Castelluccio, il paesaggio attorno a voi migliora ancora mano a mano che si percorre il tortuoso percorso e culmina nella spettacolare Piana di Castelluccio, ai piedi del monte Vettore. I primi di giugno questo altopiano si tinge di meravigliosi colori, in occasione della famosa Fioritura. E’ uno spettacolo che merita di essere ammirato. Dopo un caffè nella piazzetta di Castelluccio si riparte, destinazione Camerino, passando per Visso e e per il bellissimo lago di Fiastra. Visso è famosa in particolare per la sua gustosa e tipica mortadella, mentre Fiastra è un piccolo lago che nel parco dei monti Sibillini, volendo c’è anche un bel Parco Attrezzato che si snoda nei dintorni del lago. Da Camerino, appena sconfinati in terra marchigiana, attraverso una magnifica strada che curva dopo curva vi cullerà fino al ritorno in Umbria attraversando la naturalistica Pioraco e Fiuminata.

– Terra dei Santi B&B (Spello) – Sellano – Borgo Cerreto – Norcia – Castelluccio di Norcia – Visso – Fiastra – Camerino – Fiuminata – Nocera Umbra – Terra dei Santi B&B (Spello)

2° motogiro: Le curve più belle

Percorso tot km 229

Descrizione

Parlando di strade, senza nulla togliere ai magnifici paesaggi che vi faranno da cornice, questo motogiro è uno dei più belli che l’Italia centrale possa offrire.monteleone

Partendo da Spello, si prende la superstrada E45 per il tratto che servirà a portarci all’inizio della valnerina, precisamente a Sant’Anatolia di Narco.

Da quel punto in poi abbandonata la strada a quattro corsie, inizieremo il tortuoso percorso che, attraverse le verdi montagne dell’appennino centrale ci porterà fino al Terminillo in provincia di Rieti. Da Sant’Anatolia, seguendo per Terni, attraverso Scheggino troveremo un’asfalto perfettamente mantenuto, un misto piuttosto stretto che metterà alla prova le vostre doti di centauro, soprattutto quando da Rieti salirete al Terminillo. Questa strada è anche teatro di una famosa Cronoscalata in salita, dunque non vi resta che scaldare le gomme.

Dal Terminillo si scenderà verso Leonessa, attraverso una strada, che, sebbene dal pavimento piuttosto rovinato, regalerà degli squarci paesaggistici senza pari. Arrivati in città si prosegue verso Cascia, merita una sosta Monteleone di Spoleto , antico borgo medievale della Val Nerina.

– Terra dei Santi B&B (Spello) – Scheggino- Arrone- Terminillo- Leonessa- Cascia- Cerreto di Spoleto- Sellano- Terra dei Santi B&B (Spello)

3° motogiro: le città del Tufo

Percorso tot km 242

Descrizione

Con questo bellissimo percorso si taglia la regione a metà e andremo alla scoperta dell’entroterra umbro arrivando per qualche km anche nel vicino lazio per visitare lo splendido lago di Bolsena e Civita di Bagnoregio “la città che muore”, antico borgo etrusco, in provincia di Viterbo, oggi abitato da poche famiglie, accessibile solo a piedi che si erge su una vallata completamente franata a seguito di terremoti.civita

Alcune strade dell’entroterra che andremo a percorrere in sella alla nostra moto, sono delle chicche poco conosciute, come il tratto tra Todi e San Terenziano. Questo pezzo di strada, tutte curve e qualche buca, se percorso a fine estate dopo che i contadini hanno arato i propri campi, regala dei colori e paesaggi incredibili. Ci verrà sicuramente da domandarci come abbiano mai fatto ad arrampicarsi con i trattori su quelle ripide colline. Se vi viene fame durante il percorso non c’è che l’imbarazzo della scelta, sia a Todi che a San terenziano troverete tipici ristorantini dove potrete assaggiare perfino piatti di cacciagione, pratica tipica di questa zona dell’Umbria. Ma non c’è solo questo, infatti per gli amanti delle curve col polso girato, la strada del monte Peglia merita una menzione d’onore, anche qui infatti, soprattutto nel tratto a salire da Orvieto verso San Venanzo chi vuole dondolarsi tra le curve troverà pane per i suoi denti, le strade sono ben tenute e l’asfalto è buono.

– Terra dei Santi B&B (Spello) – Gualdo Cattaneo- San Venanzo- Monte Peglia- Orvieto- Bolsena- Civita di Bagnoregio – Ponte – Lago di Corbara – Todi – San Terenziano – Bastardo – Terra dei Santi B&B (Spello)

4° motogiro: Spoleto e Civitella del Lago (Lago di Corbara)

Percorso tot km 216

Descrizione

Ancora un giro alla scoperta dell’entroterra umbro, questa volta il percorso è stato calibrato per permettere una bella e rinfrescante (e mangereccia) sosta a Civitella del Lago, paesino antico già popolato in epoca romana arroccato su una collina di fronte al lago di Corbara.civitella_del_lago

Si parte da Spello, percorrendo il passo del soglio (Sellano) si arriva in valnerina, dove dopo un breve tratto si svolta a destra per Piedipaterno, dove percorreremo il vecchio tratto di strada che collega Spoleto a Norcia, strada panoramica e molto divertente. Una volta arrivati a Spoleto, dopo una sosta ripartiremo per Acquasparta e dirigendoci verso Avigliano Umbro, passando per Montecastrilli faremo su e giu per le bellissime zone collinari tipiche della regione. Arriveremo a Civitella del Lago dopo circa due ore da Spoleto, pronti per fare una bella passeggiata per le strette vie della cittadina. Se decidessimo di mangiare si può optare per uno dei 2/3 ottimi ristoranti presenti in paese, Vissani, Trippini ecc mangiare a Civitella . Da Civitella del Lago ripartiremo poi riprendendo la via verso Spello, passando per Todi Gualdo Cattaneo Bevagna e infine saremo di ritorno al B&B Casevacanza Terra dei Santi.

– Terra dei Santi B&B (Spello) – Sellano – Piedipaterno – Spoleto – Acquasparta – Montecastrilli – Avigliano Umbro – Civitella sul Lago – Todi – Ponterio – San Terenziano – Gualdo Cattaneo – Terra dei Santi B&B (Spello)

5° motogiro: Alto Tevere Assisi Gubbio Cagli (Bocca Serriola) Città di Castello e Tuoro sul Trasimeno (Lago Trasimeno)

Percorso tot km 271

Descrizione

Questo motogiro ci porta nella parte nord della regione, alla scoperta dell’asfalto in alto tevere, e ci permette di incontrare lungo il percorso, molte cittadine umbre che meritano un doveroso stop come, tra le altre, la magnifica Gubbio, Città di Castello e Tuoro sul Trasimeno.
La prima parte del percoso si snoda intorno ad Assisi e tramite una strada secondaria attraverseremo le colline che la circondano per arrivare, dopo un tragitto in mezzo al bosco, a Valfabbrica dove si salirà fino a Casacastalda lungo un tratto di strada molto famos tra i bikers locali, 10 km di curve tornanti e asfalto a puntino. Da Casacastalda si prosegue in direzione Gubbio dove è doverosa la prima sosta.
Gubbio è una delle cittadine umbre più famose, protetta dalle montagne che la circondano da quasi tutti i lati. La città ospita numerose manifestazioni ed eventi, il più famoso dei quali è sicuramente la festa della “corsa dei ceri” che si svolge il 15 maggio di ogni anno. Per chi volesse qui, corsa dei ceri, trova utili informazioni in proposito. Da non perdere a nostro avviso anche la mostra mercato tartufo bianco che si svolge a fino ottobre inzio novembre di ogni anno, con un pizzico di fortuna il tempo può ancora essere clemente per un bel giro con le due ruote e un assaggio di pregiato tartufo bianco.
Proseguendo nel giro, da Gubbio si arriva a Scheggia, lungo una strada ancora una volta divertentissima e, da qui in poi, il percorso si fa motociclisticamente molto interessante. Da Scheggia infatti arriveremo ad Apecchio, dove imboccheremo la salita per il valico di bocca serriola. Attenzione nel we ai motociclisti avventati che guidano come in una gara di motogp anziché come si dovrebbe in una strada aperta al normale traffico. Non è nemmeno infrequente incontrare pattuglie varie delle forze dell’ordine soprattutto durante il fine settimana, dunque prudenza. Una volta svalicato, dopo una breve sosta in Citta di Castello si prosegue in direzione del lago trasimeno, dove dopo la bella salita di Lisciano Niccone, si svalicherà in direzione Tuoro. Passando per Passignano sul Trasimeno è d’obbligo, se affamati, fermarsi “da Maria”, ossia alla trattoria Faliero, dove si può gustare un’ ottima torta al testo.
I motociclisti che visiteranno l’Umbria, alla fine del loro viaggio troveranno la certezza confermata: l’Umbria, per il bello, ha una vera vocazione.
Il Bed & Breakfast Terra dei Santi è amico dei motociclisti e condivide con loro la passione per le strade, i paesaggi e la buona tavola, specialmente quella umbra!
Nella struttura è possibile usufruire di un ampio parcheggio privato dove poter lasciare le proprie moto durante il pernottamento.
Il proprietario inoltre, motociclista come voi, potrà consigliarvi al meglio sugli itinerari della meravigliosa regione umbra (e non solo) da non perdere. La famosa via della Valnerina, Norcia, Cascia, Castelluccio, Monteleone di Spoleto, Gubbio, il passo di Bocca Serriola, Bocca Trabaria e molti altri…sono infatti solo alcuni dei moltissimi percorsi in moto scoprire in Umbria, famosa meta per gli appassionati delle due ruote.

– Terra dei Santi B&B (Spello) – Assisi – Valfabbrica – Gubbio- Scheggia- Cagli- Acqualagna – Apecchio – Bocca Serriola- Città di Castello – Promano – Mercatale- Lisciano Niccone – Tuoro sul Trasimeno – Passignano sul Trasimeno – Terra dei Santi B&B (Spello)